Trattamento: Nitrocarburazione
Norma di riferimento: UNI 10931:2001
La nitrocarburazione è un trattamento termochimico effettuato su prodotti ferrosi per ottenere un arricchimento superficiale di azoto, carbonio e zolfo.
La diffusione di azoto, carbonio e zolfo avviene mediante trattamento termico in atmosfera d’ammoniaca gassosa anidra e un gas cementante e zolfo o per scarica ionica (iononitrurazione o al plasma) in atmosfera di idrogeno, azoto e gas cementante.
Il trattamento di carbonitrurazione garantisce:
– aumento della durezza superficiale;
– aumento della resistenza all’usura per abrasione;
– riduzione dell’attrito
– miglioramento della resistenza a fatica
– miglioramento della resistenz a corrosione
È opportuno e talvolta necessario, far precedere la nitrocarburazione dal processo di bonifica o normalizzazione, per contenere le deformazioni.
Le temperature di trattamento sono comprese tra i 420°C e i 600°C, in forno generalmente a ricircolo di gas oppure a scarica luminescente.
La nitrocarburazione è un trattamento finale e solo in rari casi prevede trattamenti successivi. È tuttavia possibile praticare ai manufatti un trattamento di ossidazione superficiale, per ottenere un aumento delle caratteristiche di resistenza alla ossidazione.

Attenzioni e criticità
Materiali
Documenti
Guida tecnica - Nitrocarburazione ferritica: durezza superficiale

Nitrocarburazione ferritica: tabella delle durezze ottenibili in superficie

Instagrams