Trattamento: Tempra
Norme di riferimento: UNI 10990:2002 – UNI 10932:2001

La tempra è un trattamento termico effettuato sui materiali ferrosi per ottenerne l’indurimento. Il materiale ferroso viene prima sottoposto a riscaldamento e successivamente a raffreddamento forzato.

Il trattamento di tempra viene eseguito per:
– aumentare la resistenza all’usura;
– aumentare la resistenza a fatica;
– aumentare la durezza superficiale;
– aumentare la capacità di resistenza delle superfici ad elevate pressioni specifiche;

La tempra è generalmente preceduta da una o più fasi preliminari di ricottura o bonifica o stabilizzazione, ma deve terminare con almeno un processo di distensione.

  • Tempra diretta (UNI 10990:2002)
    Consiste nella austenitizzazione, tipicamente in atmosfera o in vuoto (bassa pressione), del materiale ferroso seguita dal raffreddamento in condizioni tali che l’austenite si trasformi in martensite ed eventualmente in bainite. Il raffreddamento martensitico può avvenire in aria, azoto, olio, polimero o acqua.
  • Tempra scalare martensitica (UNI 10990:2002)
    Consiste nella austenitizzazione del materiale ferroso seguita da raffreddamento sufficientemente rapido per evitare la formazione di ferrite o perlite, con mantenimento ad una temperatura che consenta la trasformazione parziale o totale della austenite in bainite. Questo processo è realizzabile utilizzando impianti che permettano la permanenza a temperature maggiori della temperature Ms della lega utilizzata.
  • Tempra superficiale (UNI 10932:2001)
    Nella tempra superficiale il materiale ferroso viene prima sottoposto a riscaldamento (a temperature di austenitizzazione) della superficie da indurire mediante induzione, raggio laser, fasci di elettroni o fiamme, e successivamente a raffreddamento mediante olio, polimero o acqua.
    Questo processo permette l’indurimento localizzato di una o più zone della superficie esterna, senza alterazione del materiale di base, è quindi consigliato l’utilizzo di materiali allo stato bonificato o normalizzato.
Attenzioni e criticità
Trattamenti preliminari
Generalmente alla tempra si fa precedere una fase di ricottura, bonifica o stabilizzazione.
Trattamenti successivi
È sempre prevista la fase di distensione.
Deformazioni
Al termine del trattamento, i manufatti temprati subiscono delle deformazioni ovvero delle variazioni sia nella dimensione che nella forma. Esse dipendono sia dal tipo di materiale con cui sono stati realizzati i manufatti che dalla loro storia termica e forma.
Materiali
Documenti
Instagrams
  • 22 ottobre 2016
  • 31 ottobre 2016
  • 14 novembre 2016
  • 17 gennaio 2017
  • 7 febbraio 2017
  • 19 febbraio 2017
  • 27 febbraio 2017
  • 28 febbraio 2017
  • 6 marzo 2017
  • 12 marzo 2017
  • 12 marzo 2017
  • 28 marzo 2017
  • 1 aprile 2017
  • 6 aprile 2017
  • 22 aprile 2017
  • 25 aprile 2017
  • 29 aprile 2017
  • 7 maggio 2017
  • 8 maggio 2017
  • 6 giugno 2017
  • 24 giugno 2017
  • 5 agosto 2017
  • 11 settembre 2017
  • 5 ottobre 2017
  • 15 ottobre 2017
  • 17 ottobre 2017
  • 17 novembre 2017
  • 28 novembre 2017
  • 16 dicembre 2017
  • 16 gennaio 2018